venerdì 24 maggio 2019

[Recensione] La libreria dei piccoli segreti Corinne Savarese



Cari lettori,

il weekend si sta avvicinando e oggi Stefania ci parla del nuovo romanzo di Corinne Savarese uscito in ebook il 5 maggio grazie alla Leggereditore.



TITOLO: La libreria dei piccoli segreti

AUTORE: Corinne Savarese

SERIE: romanzo autoconclusivo

GENERE: narrativa contemporanea

EDITO: Leggereditore

PAGINE: 180
 
EBOOK: 4.99

CARTACEO: 16.00 (dal 29 maggio)


DATA D'USCITA: 5 maggio










Aurora ha un dono. Riesce a vedere nelle anime delle persone. Può scorgere il loro cuore, le loro tristezze, le loro sofferenze. Può avvertirle, toccarle con le dita. E quando, scappando dal suo passato, si è trasferita in un antico borgo marchigiano, le si è aperto un mondo nuovo. Dalla sua libreria ha osservato come la vita per gli altri sia andata avanti, mentre la sua è rimasta ferma in un punto ben preciso della sua esistenza. Ha conosciuto famiglie in bilico, divise tra il lavoro e l'incapacità di dimostrare affetto, genitori assenti o troppo pretenziosi, figli ribelli o troppo accondiscendenti. In un susseguirsi di eventi tra presente e passato, Aurora ha finalmente capito il disegno del proprio destino e, decisa ad abbracciarlo, sceglie di portare dei messaggi di speranza raccontando fiabe, ognuna con un significato specifico da far arrivare al destinatario. Il suo dono è quello di possedere un'eccezionale empatia e vuole usarla per arrivare alle loro anime, per curarle con la sua magia. Lei è portatrice di messaggi. E ha scelto di farlo attraverso le fiabe...




Aurora a causa di un brusco e tragico cambiamento della sua vita, decide di lasciare tutto ciò che conosce e si trasferisce a Fabriano, dove apre una piccola libreria per bambini. Il suo mondo si è capovolto, ha perso l’essenza stessa della sua vita, ogni giorno apre gli occhi bagnati di lacrime, perché in sogno rivive quello che era la sua felicità, tutto ciò che ha perduto.

“Lui era il suo latte e miele caldo la sera prima di andare a dormire, il suo plaid morbido con un libro sul divano, una finestra della casa di campagna aperta su una distesa di lavanda, lo spettacolo dell’orizzonte quando il sole muore lentamente nel mare, lasciando la scena alla luna e alle stelle. Daniele era tutto questo, per lei. E quando lui non c’era, il suo mondo perdeva colore, sapore, le giornate si susseguivano una dopo l’altra, ma ogni ora passava piano e lei ne contava i minuti con l’orologio alla mano.”

L’impatto con la nuova realtà non è facile, i suoi nuovi concittadini leggono la tristezza dei suoi occhi e non la coinvolgono nel loro quotidiano. Solo due persone riescono ad avvicinarsi al suo animo, una è Rina, vecchina centenaria, sua padrona di casa che diventa per lei quasi un angelo custode tenendola bonariamente d’occhio, l’altra è Damiana, una ragazza poco più giovane di lei, tata di quasi tutti i bimbi del paese che la coinvolge suo malgrado in attività che permettano alla libreria di decollare.

“«È terribile, Damiana, veder fallire le speranze, i desideri e i sacrifici fatti per realizzare il sogno di avere un qualcosa di tuo, dopo averlo coltivato come un debole germoglio, giorno dopo giorno, perdendoci il sonno, pensandoci in ogni momento, mentre si mangia e mentre si è a letto. Ho investito tutta me stessa in questo progetto, anima, corpo, ma soprattutto il cuore. Ed è quello a soffrire di più, quando alla fine ogni cosa sembra crollare. E io non voglio, Damiana. Il mio cuore non è pronto per soffrire.»”

Aurora non si sente a suo agio con i bambini, aprire quella libreria è stato come fare un volo senza paracadute, ma pian piano con l’aiuto di Damiana, riesce a trovare la giusta chiave per entrare nel loro mondo, allestendo piccoli spettacoli di marionette ispirate al tema delle favole.
Due bimbe in particolare la colpiscono: Verdiana che si è ribattezzata Lilla di 10 anni e Virginia che è momentaneamente affidata allo zio Roberto perché la mamma che è in Yemen con Medici senza Frontiere, è in stato di fermo.

“In fondo, stava scoprendo Aurora, i bambini non erano poi così difficili da capire e, soprattutto, bastava lanciare loro un amo perché si sedessero subito al banchetto e pranzassero amabilmente, aprendo il loro cuore e raccontando il loro mondo. Anzi, stava constatando che aspettavano solo che qualcuno si interessasse a loro.”

Aurora percepisce che attraverso le fiabe può arrivare a toccare l’animo delle persone, può aiutarle e in qualche modo guarirle. Tra pigiama party e picnic Aurora e Roberto, supportati da Lilla e Virginia, capiscono che tra di loro qualcosa sta nascendo, che se sapranno rispettare i propri tempi, potranno far tesoro del reciproco sostegno e superare i momenti difficili.

Ogni volta che inizio un nuovo libro spero sempre che in qualche modo possa lasciare una piccola incisione nel mio animo, questo è uno di quei libri, un piccolo gioiello, scritto in maniera semplice e con descrizioni accurate, pieno di personaggi unici, ognuno con una peculiarità ben definita.
Aurora arriva a Fabriano intimamente distrutta, ha perso il marito Daniele valoroso vigile del fuoco sempre in prima linea ed il figlio che portava in grembo nel momento culminante della loro felicità, si sente un guscio senza anima e senza cuore. Rina è una dolcissima vecchina centenaria che dall'alto della sua esperienza di vita e di dolore aiuta Aurora a ridimensionare la sua infelicità. Damiana è un vulcano in eruzione, entusiasta della vita spinge Aurora a trovare dentro di se nuovi stimoli. Roberto è un uomo che improvvisamente si è ritrovato nella difficoltà di dover crescere i figli di sua sorella senza sapere come fare, ma riconosce subito in Aurora quella che potrebbe essere una valida compagna di vita e poi Lilla (Verdiana) una piccola ed erudita adulta nei panni di una decenne e Virginia una dolcissima bambina che con la sua fame d’affetto saprà muovere le giuste corde nell'animo di Aurora. La scrittura è scorrevole e invitante, si sente la voglia di non staccarsi dal libro perché divorati dalla curiosità di sapere cosa sarebbe accaduto nella pagina successiva. Ho trovato affascinante la descrizione dellle doti quasi magiche riguardanti la sua capacità di leggere nel cuore delle persone, soprattutto dei bambini e dei loro famigliari.
Personalmente ho trovato questo libro molto coinvolgente e lo consiglio soprattutto a coloro che credono e sperano nella rinascita dei sentimenti e nelle nuove possibilità di vita. Aurora racconta la sua storia tra passato e presente legati dalla malinconia, come se fosse un motore che spinge l'uomo a dare il meglio di sé senza dimenticare il suo passato. 


Acquistalo qui:

giovedì 23 maggio 2019

[Review Party] Tutto per gioco L.A. Casey



Cari lettori,

oggi Stefania ci parla del nuovo romanzo di L.A. Casey in uscita oggi grazie alla Newton Compton, vediamo cosa ne pensa....




TITOLO: Tutto per gioco

AUTORE: L.A. Casey

SERIE: romanzo autoconclusivo

GENERE: rosa

EDITO: Newton Compton editori

PAGINE: 284

EBOOK: 5.99

CARTACEO: 9.90

DATA D'USCITA: 23 maggio 2019










Per questo Natale tutti i bambini hanno espresso lo stesso desiderio: avere un giocattolo all'ultima moda. Charli, la nipotina di Neala Clarke, lo ha chiesto a sua zia. E deludere le aspettative di Charli non è un'opzione contemplata. Ma manca solo una settimana alla Vigilia e il regalo più desiderato di sempre sembra essere esaurito in ogni negozio della città. Neala però intende mantenere la promessa. Darcy Hart, dopo anni passati tra feste e donne, ha deciso di recuperare il rapporto con il suo adorabile nipotino di sei anni, Dustin. Ecco perché, quando gli ha chiesto un particolare giocattolo per Natale... ha subito risposto di sì. Fortunatamente ne è rimasto uno in un solo negozio della città. Sfortunatamente non è l'unica persona a volerlo. E la sua rivale - a quanto pare - è l'unica donna completamente immune al suo fascino. Per Neala e Darcy sta per iniziare una spietata guerra senza esclusione di colpi. Ma il Natale è alle porte e i miracoli possono sempre accadere...



Neala e Darcy si conoscono da sempre, le loro rispettive famiglie sono molto unite e amano condividere ogni cosa assieme e loro sono migliori amici, poi quando hanno dieci anni, a causa di un malinteso, il grande affetto che li univa si trasforma in odio.

“«Neala», cominciò, sospirando. «Parleremo più tardi, quando non sarai così…ne parleremo più tardi». «Non preoccuparti. Resta pure con Laura. Sono sicura che le piacerebbe». Mi fissò, con gli occhi scuri. «Sai una cosa? Credo proprio che lo farò». «Non venire nemmeno più a casa mia, perché non voglio vederti, parlarti, e nemmeno essere più tua amica». Darcy sollevò entrambe le sopracciglia. «Non dici sul serio, sei solo arrabbiata e turbata…». «Invece dico sul serio. Ti odio». Balzò indietro come se l’avessi colpito. «Neala». Avvertii il dolore nella sua voce ma, anziché agitarmi, ricordai a me stessa che aveva scelto Laura al posto mio e una fresca ondata di collera, scaturita dalla consapevolezza di ciò che stava accadendo, iniziò a scorrermi nelle vene. «Non fare così, Neala». Scossi la testa. «Neala», sussurrò. «Non fare così». «Non siamo più amici, Darcy. Oggi hai preso la tua decisione. Non saremo mai più amici». L’espressione di Darcy era indecifrabile, poi disse: «Sei sicura?». Annuii. «Sono sicura». Senza dire una parola, si voltò precipitandosi fuori dalla stanza e dalla mia vita…per modo di dire.”

Sono quindici anni che sono costretti a condividere tutte le attività familiari, ed il loro disprezzo aumenta nutrendosi dei rispettivi dispetti, nel frattempo i loro fratelli hanno avuto figli, nipotini a cui loro sono legatissimi, e sarà proprio questo forte legame che scatenerà la guerra. I bambini chiedono per Natale lo stesso dono, una bambola particolare che nemmeno a dirlo è andata a ruba, nel loro piccolo paese ne è rimasta solo una ed entrambi sono pronti a tutto pur di averla, tanto da arrivare allo scontro fisico. Alla fine è Neala ad avere la meglio quando Darcy oramai sconfitto si rende conto che il giocattolo è in mano a Neala ma appartiene a lui perché è stato pagato con la sua carta di credito. Con un sotterfugio riesce ad entrare in casa della ragazza e a trafugare il prezioso pacchetto, ma nemmeno a dirlo Neala di certo non si arrende.

“Sbuffai. «Non si tratta di una maledetta bambola. Si tratta del fatto che ha rubato qualcosa che era mio e non ho alcuna intenzione di fargliela passare liscia». Jess era corrucciata. «Sembri… sconvolta». «Lo sono», annuii. «No». Jess scosse la testa. «Voglio dire che sembri sconvolta, seriamente sconvolta, non solo irritata». Alzai le spalle. «Questa volta si è spinto troppo oltre; ha cercato di farmi credere di voler essere di nuovo mio amico». Lei mi guardò stupita, con i suoi grandi occhi azzurri. «Mi dispiace, tesoro». Non avevo intenzione di perdere la calma e soffermarmi sui miei sciocchi sentimenti, quindi feci un sorriso forzato e cambiai argomento.”

Da qui parte una carambola di avvenimenti che li porterà a rimanere addirittura bloccati nell'appartamento di Darcy, senza corrente elettrica e senza poter comunicare con l’esterno, ed io di certo non voglio togliere il divertimento di scoprire cosa accade tra i due, anche se un piccolo indizio lo voglio lasciare

“Fece una smorfia. «Dunque… cosa sta succedendo tra voi due?». Il mio stomaco ebbe un sussulto a quella domanda perché, sinceramente, non ne avevo la più pallida idea. «Immagino che torneremo alle nostre vecchie abitudini e faremo quello che facciamo normalmente: odiarci a vicenda». Non volevo che le cose andassero così, ma la Neala che conoscevo non avrebbe reso il tutto troppo semplice. Avevamo passato quindici anni di incomprensioni, e non riuscivo a immaginare Neala che se ne dimenticava solo dopo una notte trascorsa insieme.”

Il libro è carino, leggero, da far passare un pomeriggio spensierato, si legge d’un fiato perché ogni scherzo ed ogni dispetto fanno sorridere e ti fanno domandare fino a dove potranno mai arrivare prima di capire che il rovescio della medaglia del loro odio è sicuramente l’amore.
L'ho trovato neutro, nel senso che è un libro molto leggero e divertente che ti fa passare un paio d'ore spensierate, non ho trovato particolarità nei personaggi degni di nota ma non c'è nulla di non buono...un classico d'evasione che leggi d'un fiato.

Lo consiglio a tutte quelle persone a cui piace ridere leggendo, che apprezzano le seconde possibilità e soprattutto amano il lieto fine. 


Acquistalo qui:




[Review Party] Annegare Marni Mann Gia Riley



Cari Lettori,

oggi vi parlo del romanzo Annegare, scritto a quattro mani da Marni Mann e Gia Riley uscito recentemente in Italia grazie alla Quixote Edizioni....





TITOLO: Annegare

AUTORE: Marni Mann

SERIE: romanzo autoconclusivo

GENERE: dark romance

EDITO: Quixote Edizioni

PAGINE: 368

EBOOK: 4.99

CARTACEO: 15,08

DATA D'USCITA: 17 maggio 2019








Quando siamo insieme, non riesco a respirare


Ero in fuga.
Dalla mia famiglia, dalla mia carriera, da ogni sogno che avessi mai avuto.
Mi sono fermato quando ho incontrato lei.
Ma anche lei stava scappando.
Ho cercato di proteggerla; dal crollo, dalle ferite. Da lui.
Aveva conosciuto solo pugni. Aveva ricevuto solo abusi.
A un certo punto, aveva iniziato a credere di meritarlo.
Stavo per cambiare quella convinzione.
Stavo per renderla speciale.
Perché, che lei mi volesse o no, io avevo bisogno di lei.
Della sua dolcezza.
Del suo corpo.
Del suo desiderio.
Proprio quando avevo ottenuto ciò che desideravo, sono dovuto scappare ancora.
Ma questa volta, lo avrei fatto da solo.




Con l’aiuto della sua migliore amica Camille, Andi decide di lasciare il suo ragazzo Brooks e nascondersi in Pennsylvania, lontano da lui e dai suoi abusi. Sul treno che la porterà nella sua nuova vita incontra un ragazzo che nonostante noti la sua faccia piena di lividi non fa domande.

Clay sta per raggiungere sua madre in Pennsylvania, per passare qualche giorno insieme dopo lo scandalo che lo ha fatto finire sui giornali e rovinato la sua reputazione da atleta. Di certo non si immaginava di
incontrare lei su quel treno, e di sentir nascere dentro di sé il bisogno impellente di aiutarla, di farle dimenticare quel passato tanto doloroso.

“Ho sopportato abbastanza dolore. Sono pronta per ricominciare. Sono pronta per ricominciare a vivere.”

E questo quello che vuole Andi ricominciare a vivere e a sperare di avere un futuro. Ma poi il treno su cui viaggiavano ha un incidente e lei rimane ferita, ma grazie a Clay riesce a salvarsi. Dopo averla lasciata in ospedale, pensando che ormai fosse al sicuro, riprende il suo viaggio per raggiungere la madre in Pennsylvania. Una telefonata inaspettata di Andi, lo farà ritornare indietro. infatti, la ragazza terrorizzata, gli comunicherà che il fidanzato l'ha trovata e che si trova in ospedale. Clay con l'aiuto di Camille riuscirà a portarla ancora una volta in salvo. 

Ma sarà veramente tutto finito? Oppure, Andi sarà ancora in pericolo? Clay riuscirà a riprendere in mano la sua vita e a riappropriarsi del suo vero nome?

"Tu la salverai, Adrian. Posso vederlo nei tuoi occhi e sentirlo nelle tue parole. Impedirai alla mia amica di annegare."

Grazie alla Quixote, avevo già avuto modo di leggere qualcosa di Marni Mann, ma non conoscevo la penna di
Gia Riley, che si è rivelata una piacevole scoperta. Questo duo è stato incredibile nello scrivere un romanzo dalle tematiche forti e importanti, che ci vengono narrate in modo delicato. A mio avviso, L’inizio è un po’ lento ma la trama diventa più incalzante man mano che ci si inoltra nella lettura. Ho trovato la storia
leggermente sbrigativa in alcuni punti e non sono riuscita a comprendere fino in fondo la protagonista. Proprio per questo sono nate in me alcune perplessità, come ad esempio: una donna per anni vittima di violenze e abusi, come può fidarsi in un lasso di tempo così breve di un estraneo?Anche le scelte di Clay alias Adrian, mi hanno creato dei dubbi... Capisco e condivido la sua necessità di aiutare una donna in difficoltà, il suo desiderio di aiutarla a scappare. Ma non ho compreso come nonostante questa necessità di aiutarla, nel momento in cui la crede in salvo la lascia e nonostante questo suo desiderio, appena sa che lei è salva e fuori pericolo dopo l’incidente la lascia e continua sulla propria strada. Per poi tornare indietro appena lei lo chiama dicendogli di essere in pericolo. Tutto sommato è un bel romanzo ricco di suspance e momenti hot. Annegare è un romanzo bello e tosto allo stesso tempo, non è il classico dark romance, ma si è beccato questo genere per via dei temi delicati che affronta e anche di alcune scene che sono presenti nella storia. Ho adorato l’ultima parte del romanzo, che è letteralmente volata a mio parere. Penso che questo duo ci riserverà in futuro molte emozioni e storie indimenticabili.


Acquistalo qui:

mercoledì 22 maggio 2019

[Recensione] Miss Oro Nero ( Sinner Series #2) Charlotte Lays



Cari Lettori,

oggi vi parlo del secondo volume della serie Sinner di Charlotte Lays, recentemente ripubblicata in self. 




TITOLO: Miss oro nero

AUTORE: Charlotte Lays

SERIE: Sinner Series

GENERE: narrativa, rosa

EDITO: self publishing

PAGINE: 365

EBOOK: 2.99

CARTACEO: /

DATA D'USCITA: maggio 2019









Impegno. Sacrificio. Lavoro. Soldi. Kathleen si destreggia in ognuno di questi ambienti da una vita, e viaggiare alla ricerca dell'oro nero, ora che è subentrata al padre nell'impresa di famiglia, è la normalità. E' proprio durante una trasferta, però, che la vita di Kath cambia drasticamente, e nella maniera peggiore. Fidarsi di qualcuno, dopo, sarà impossibile, specialmente se questo qualcuno è del sesso opposto. Ma Kath non ha messo in conto il destino, cattivo e dolce allo stesso tempo, che sa togliere in maniera rude e donare incondizionatamente. Che somiglia a un boomerang, a volte, pronto a tornare indietro con la stessa forza di un lancio ben calibrato. Che ha gli occhi di una bambina tutto pepe, capace di cancellare l'odio, di appianare il passato, di avvicinare due anime all'apparenza incompatibili. Che ha l'aspetto di una figlia, inaspettata e bellissima. Una figlia che rischia di esserle strappata via con la stessa crudeltà con cui le è stata donata. Forse, la sfida più grande, nella vita, non è sollevarsi e ricominciare, ma accettare e andare avanti, con le ferite sul viso e la tenacia nel cuore. E un amore, grande e sincero, nella mano.




Kathleen Lawfods e' a capo dell'azienda di famiglia che si occupa di petrolio, durante un viaggio d'affari in Kuwait viene rapita e violentata ripetutamente durante la sua prigionia. Quando l'unica cosa che vuole è dimenticare quello che le è successo scopre di essere rimasta incinta. Dopo tre anni la piccola Scarlett è tutta la sua vita, e nonostante sia madre e donna di successo allo stesso tempo, sente che quella fragile bolla di felicità sta per scoppiare. Infatti il padre di Scarlett l'uomo che l'ha violentata in Kuwait è a New York e vuole ottenere l'affidamento della piccola, essendo anche sposato a dei punti in più rispetto a lei che è una mamma single. Quindi non le resta che lottare e chiedere l'aiuto del giaguaro per proteggere la sua bambina.


“«Lei dunque può capire cosa ho provato quando ho scoperto di essere incinta. A me il Signore ha concesso di diventare la madre di uno splendido angelo biondo. Spero che nessuno provi mai a portarle via la sua, di benedizione, perché le assicuro che sembra che ti strappino il cuore a morsi.»

Ma sarà il capo di William, a suggerire loro di unire le forse e sposarsi per riuscire a far apparire Kathleen come una buona madre agli occhi del giudice. La vita da novelli sposi non è rosa e fiori anzi entrambi hanno dei caratteri forti che li porta a scontrarsi di continuo, però nonostante la violenza subita anni prima, Katie sa che di lui può fidarsi...

“Considerando i miei precedenti sessuali, immaginarmi in atteggiamenti inequivocabili con lui è una cosa nuova e catastrofica. Non so come gestirla. Come si gestisce un'insana voglia di fare sesso con un uomo con cui non si può fare sesso?”

La gelosia e l'abitare nello stesso appartamento, li porta a cambiare le loro opinioni e se tutta quella farsa del matrimonio, li portasse direttamente l'uno tra le braccia dell'altro? Cosa accadrà poi? William non vuole una famiglia preferisce rimanere concentrato sul proprio lavoro, ma è inevitabile anche per lui amare la piccola Scarlett.

Non conoscevo la penna di Charlotte, avevo sentito diverse volte parlare di questa serie ma non l'avevo mai letta, poi su suggerimento di Sagara Lux, ho aperto la trama di Miss Oro Nero e me ne sono innamorata, tant'è che non sono più riuscita a staccarmi dal kindle fino a quando non sono arrivata all'epilogo. La storia di William e Kathleen è bellissima, ricca di liti tra i due protagonisti e momenti in cui la gelosia di lei, la porta a difendere il suo uomo dalle altre donne. William è un uomo tutto d'un pezzo, e ha costruito una barriera attorno al suo cuore, tant'è che il primo incontro tra i due non è dei migliori, dato che lui l'accusa di essere il classico genitore ricco che fa crescere la figlia con tate e insegnanti private, fregandosene di lei, mentre vivendola giorno dopo giorno capisce che la sua opinione è sbagliata, Katie è veramente preoccupata di poter perdere la sua bambina. Ha passato la sua vita circondata da guardie di sicurezza per il terrore che venisse rapita e alla fine è accaduto e ora sente che la sua bambina è in pericolo, ma questa volta anche il suo cuore potrebbe restare ferito, si sta innamorando di William, giorno dopo giorno. E nonostante abbia il peso del mondo sulle spalle non si abbatte. Ma è tutta apparenza, cerca di essere forte e non lasciare trasparire le sue emozioni, come ha sempre fatto. Ma non aveva messo in conto che quell'avvocato, le entrasse dentro e abbattesse una a una tutte le barriere che ha costruito intorno al suo cuore.

“ Inspiegabilmente mi fido di quell'uomo. Trasuda sesso, è spinoso come un porcospino e tollerante quanto un dittatore, ma si sta dimostrando leale anche con mia figlia.”

Ma alla fine l'amore ha la meglio su di loro, ma sono testardi ed orgogliosi e preferiscono tenere nascosti i loro sentimenti che provare ad essere felici insieme. Anche a costo di soffrire.

“Si è conquistato mente, cuore, anima, stomaco, pensieri. È tutto suo. Io mi sento sua. E mi sento incompleta senza di lui.

Non vedo l'ora di leggere anche i volumi uno e tre della serie, la penna di Charlotte e' incredibile e ti emoziona e ti fa ridere allo stesso tempo. Venite a conoscere anche voi lo squalo e il giaguaro!




Acquistalo qui:

[Cover Reveal] Rising Star (You Only Live Once #2) Alessandra Angelini



Cari Lettori,

siete pronti al ritorno di Alessandra Angelini con la seconda parte della storia di Aiden e Aurora? Mancano pochi giorni all'uscita di Rising Star!


TITOLO: Rising Star

AUTORE: Alessandra Angelini

SERIE: You Only Live Once (YOLO)

GENERE: New Adult

EDITO: self Publishing

PAGINE: da definire

EBOOK: prezzo da definire

CARTACEO: prezzo da definire


DATA D'USCITA: Giugno 2019









Ci sono incontri inevitabili e persone destinate a cambiare la nostra esistenza. 
Ci sono situazioni che combattiamo con tutte le nostre forze, perché non possiamo arrenderci a perdere ciò che di buono ci è stato donato. 
Ci sono sentimenti che, non importa quanto li soffochi, continuano a riaffiorare.
Aurora conduceva una vita tranquilla prima di conoscere Aiden Walker, il playboy impenitente della televisione inglese. Poi sono arrivate le minacce delle ammiratrici e la pressione dei tabloid, ma è stato il suo tradimento a mandarla in pezzi. Aurora si aggrappa ai libri, la sua unica certezza, anche se andare avanti sembra impossibile.
Quando Aiden pensava di avere una possibilità di essere felice, un segreto del passato torna a chiedergli il conto. Sono trascorsi mesi da quando Aurora lo ha lasciato, il successo e la fama creati da YOLO non bastano a riempirgli il cuore. Aiden respira, lavora, vive ma è solo un guscio vuoto e si sta lentamente autodistruggendo. 
Se però le cose non fossero andate come sembra? Blackpool, il mare e un parco divertimenti sono il posto ideale per allontanarsi dalla realtà. O per ritrovarsi. Perché quando hai davanti l’amore della tua vita, credergli sarebbe fin troppo facile. Aiden è pronto a rischiare tutto per evitare che Aurora diventi il suo rimpianto più grande. Lei è determinata a non lasciarsi attrarre di nuovo dalla sua orbita gravitazionale. Ma si può davvero decidere chi amare? 




martedì 21 maggio 2019

[Review Party] Tre sorelle, tre regine Philippa Gregory



Cari Lettori,

Stefania ha iniziato a collaborare con il nostro blog, e questa è la sua prima recensione, oggi vi parla del romanzo di Philippa Gregory in uscita oggi grazie alla Sperling.


TITOLO: Tre sorelle, Tre regine

AUTORE: Philippa Gregory

SERIE: autoconclusivo

GENERE: storico

EDITO: Sperling & Kupfer

PAGINE: 420

EBOOK: 10.99

CARTACEO: 16.91


DATA D'USCITA: 21 maggio 2019









Londra, 1501. Quando la giovane e orgogliosa Caterina d'Aragona lascia la sua amata Spagna e giunge alla corte dei Tudor per sposare l'erede al trono d'Inghilterra, la principessa Margherita le prende subito le misure. Non desidera un'altra principessa a corte, né è disposta a lasciarsi conquistare dagli occhi celesti e i modi gentili della futura cognata. La vista, poi, della fastosità delle nozze non fa che accenderne l'invidia.
Il matrimonio è una dichiarazione al mondo della ricchezza e della grandiosità dei Tudor. Il re ha speso una fortuna per una settimana di giostre, festeggiamenti e banchetti, le fontane versano vino e si arrostiscono buoi.
Così, quando arriva il suo turno e viene data in moglie al re di Scozia per consolidare la pace tra i due regni, Margherita accetta il suo destino. Nonostante le paure iniziali, s'innamora di quella terra. Tuttavia, quando l'esercito del marito si scontra con quello del fratello, divenuto re Enrico VIII, deve fare una scelta.
E non va meglio alla principessina Maria, la prediletta della famiglia Tudor, adorata in tutta Europa per la bellezza e il fascino, che re Enrico VIII offre, appena diciottenne, all'anziano re di Francia.
Diventate regine d'Inghilterra, Scozia e Francia, le tre donne si ritrovano unite dalla lealtà degli affetti e divise dalla violenza della politica, costrette a schierarsi l'una contro l'altra in battaglia e a difendere i rispettivi troni da tradimenti e pericoli. Ma il loro legame sarà sempre più forte di tutto, più potente di qualsiasi uomo, persino di un re.
Dall'acclamata autrice bestseller n. 1 del New York Times, Philippa Gregory, un nuovo, avvincente romanzo che racconta la storia di tre donne, tre regine unite da vincoli famigliari, pedine politiche intrappolate in una pericolosa rete di alleanze, intrighi e amori, i cui destini hanno segnato il corso della Storia.



Il libro è narrato in prima persona da Margherita Tudor, nata nel 1489, secondogenita di Enrico VII, che appena adolescente viene data in sposa, per motivi politici, a Re Giacomo di Scozia, più anziano di lei e molto promiscuo.
«Chi sono?» Giacomo è raggiante. «Sono i miei figli!» annuncia e con un ampio gesto del braccio accoglie tutti e sei i bambini e quello tra le sue braccia. «Piccoli miei, questa è la nuova regina di Scozia», dice loro. «Mia moglie. La regina Margherita è venuta dall’Inghilterra per farmi l’onore di essere mia moglie e vostra buona madre.» Tutti s’inchinano con grazia. Inclino la testa, ma non so che fare, mi chiedo se fosse già stato sposato e nessuno me lo avesse detto. Di certo non può avere una moglie segreta , la madre di tutti questi marmocchi, nascosta nel mio castello. Che devo fare ? Cosa farebbe Caterina in una situazione simile? «Hanno una madre?» «Parecchie», risponde lui allegramente.

La morte del marito nella battaglia di Flodden, ed il rapimento del suo cadavere per volere di sua cognata Caterina d’Aragona divenuta regina d’Inghilterra al fianco di Enrico VIII, è uno dei dolori più grandi per lei.
«Hanno preso il suo corpo», risponde. «Gli inglesi. Hanno tirato fuori dal fango il suo prezioso corpo, spezzato e sanguinante così come era. E l’hanno mandato a Londra per lei.» «Cosa?»«La regina inglese, Caterina, ha detto che voleva il suo corpo come trofeo. E così l’hanno capovolto nel fango e gli hanno tolto la corazza e il mantello, i guanti, gli stivali e gli speroni. L’hanno lasciato nudo come un mendicante. Gli hanno preso la spada, hanno staccato la corona dall’elmo. L’hanno spogliato come se fosse un bottino di guerra. Poi hanno gettato tutte le sue cose in una cassa e hanno messo il suo corpo su un carretto e l’hanno portato a Berwick.» Mi cedono le ginocchia e qualcuno mi aiuta a sedermi su uno sgabello. «Mio marito?» «Trascinato via dal campo di battaglia come se fosse una carcassa su un carretto. La regina inglese voleva il suo cadavere come trofeo e ora lo ha.»

Da quel momento Margherita, che ha solo 24 anni ed è incinta, dovrà affrontare una lotta continua per proteggere se stessa ed il primogenito Giacomo di appena 18 mesi, le sue strategie potranno sembrare frutto di un pensiero volubile, ma in quel momento storico del tardo medio evo, in Europa il potere cambiava di mano rapidamente e alla stessa maniera cambiavano alleati e nemici.
Lei è sola, non ha sostegno morale, si sente abbandonata dalla sua famiglia d’origine e quasi sbeffeggiata dalla sorella Maria andata in sposa nel frattempo al Re Luigi XII, che le scrive solo dei fasti e dei lussi della corte francese.
Margherita sceglierà di sposarsi per amore con il conte di Angus, del clan Douglas, ma questo matrimonio è malvisto dal consiglio dei clan che l’aiuta nella reggenza del regno, questa unione, da cui nascerà una figlia, si trascinerà tra gli alti e i bassi di una forte attrazione , ma anche dal sospetto di tradimento da parte del marito che intascando i suoi appannaggi la porterà a vivere in estrema povertà e lontana da suo figlio.
Margherita decide di chiedere il divorzio con l’aiuto del duca di Albany, chiamato a sostituirla nella reggenza, mentre nella corte inglese Caterina D’Aragona sta perdendo il suo potere di persuasione su Enrico VIII oramai irretito dalle sorelle Bolena che spadroneggiano sull’intera corte.

Enrico ha offerto loro una sontuosa cena per festeggiare la nobilitazione. Naturalmente la regina non vi ha partecipato, così ho preso io il suo posto e ho guidato le dame con la duchessa di Norfolk dietro di me e stavamo per raggiungere i nostri soliti posti, quando ho visto che il sedile della regina era dietro il tavolo, accanto a quello di Enrico, e poi il maestro di cerimonie mi ha condotta a un tavolo accanto a quello di Enrico e Anna Bolena (ora è lady Bolena) mi è passata accanto, è salita sulla pedana e si è seduta alla destra di Enrico come se fosse una regina incoronata.

In tutto questo, Margherita appare come una donna fuori dal suo tempo, quasi moderna nel suo bisogno di trovare il vero amore, provando a risposarsi per la terza volta, nell’affrontare l’infamia di un divorzio cercando di conservare la custodia dei suoi figli ed il potere politico, in un tempo storico in cui sia per la legge che per la chiesa, le donne erano completamente assoggettate agli uomini.
La storia di queste tre regine, rimane collegata attraverso gli scambi epistolari, che tratteggiano nello sfondo la corte di Enrico VIII e la sorellanza, che anche se a fasi alterne, caratterizza il rapporto di tre donne nate principesse, divenute regine con destini affini di vedovanza, perdita di figli, ricchezza, povertà e ricerca del vero amore,
Il libro è un romanzo storico scritto molto bene, la ricerca è stata accurata e pur se romanzata nei tratti caratteriali dei protagonisti, è in grado di avvicinare il lettore a quel periodo storico trasmettendone le emozioni ed i pensieri ed avvicinando con le descrizioni di un paesaggio selvaggio e ostile ma anche carico di caldi colori com'è la Scozia.
Personalmente amo i libri storici e conoscendo la storia di Enrico VIII è stato interessante scoprire i profili caratteriali delle donne della sua famiglia ed i loro pensieri durante il suo regno.



Acquistalo qui:




Iscriviti a Kindle Unlimited