giovedì 19 novembre 2020

[Review Party] Jared (Morris Brothers #1) Veronica Scalmazzi

 



Cari Lettori,

oggi il blog ospita il review tour dedicato al nuovo romanzo di Veronica Scalmazzi, Jared primo volume autoconclusivo della serie sui fratelli Morris. Venite a conoscere Maleficent e Cetriolo Olandese...




TITOLO: Jared

AUTORE: Veronica Scalmazzi

SERIE: Morris Brothers 

GENERE: sport romance

PAGINE: 371

EBOOK: 2,99

CARTACEO: 14,56

DATA D'USCITA: 17/11/2020

LINK D'ACQUISTO: https://amzn.to/3pJ5iB6



JARED è il primo volume autoconclusivo della Morris brothers Series. E' legato a Gioco D'amore, di cui consiglio prima la lettura per capire meglio le dinamiche della famiglia Morris.

Mi chiamo Jared Morris e sono il quarterback dei San Diego State Aztecs. Il football è da sempre la mia vita, ogni vittoria è un passo in più verso il mio grande sogno: la NFL. Quando scendo in campo sono implacabile, pronto a tutto e instancabile, proprio come fra le lenzuola. Mi basta schioccare le dita per ottenere ciò che voglio, o almeno era così finché non ho incontrato lei. April O'Neill. La mia rovina. La mia ossessione. La mia Maleficent. Non appena i suoi occhi chiari si sono posati su di me è diventata la mia meta, un match da vincere a tutti i costi. Peccato che lei non sia della mia stessa idea. Ma c'è una cosa che April non sa. Quando un Morris mette piede sul terreno di gioco, nulla può fermarlo. Specialmente se il suo obiettivo è fare touchdown a un diavolo tentatore travestito da angelo biondo .E, poi, si sa...Giocare sporco è la nostra specialità e April se ne accorgerà molto presto.(Il romanzo contiene scene di sesso esplicite)


Aspettavo questo romanzo da quando ho portato a termine la lettura di gioco d'amore, sapevo fin da subito che Jared e April mi avrebbero conquistata sin da subito. April non sopporta i suoi genitori e il loro modo di controllarle la vita, quindi fin da piccola inizia a ribellarsi al loro volere decisa a vivere la propria vita come vuole. Più i suoi genitori continuano a spingerla tra le braccia di Derek, più lei si avvicina a Jared Morris. Il loro rapporto nasce quando April e Jared stringono un patto nel quale lei sarà la spia dei fratelli Morris dato la sua vicinanza e amicizia con la loro sorella Piper. Ma ecco che il loro rapporto cambia, quando dopo una partita per convincere Derek a lasciarla in pace gli dice che lei e Jared stanno insieme. Ecco che nasce tra i due una finta relazione che li porterà a conoscere anche gli scheletri l'uno dell'altra. Ma è palpabile che la finzione tra i due sboccerà presto in una relazione vera, perchè a forza di fingere alla fine è impossibile distinguere la realtà dalla finzione. Come al solito anche se c'è di mezzo il solito cliché' dei romanzi rosa, la bravura di Veronica sta che fino alla fine il lettore vive con l'ansia. Nonostante in questo periodo io faccia molta fatica a portare a termine una lettura, mi sono goduta questo romanzo ho riso e trattenuto il fiato fin dal primo capitolo. Lo stile di Veronica è sempre migliore libro dopo libro, difficilmente i suoi personaggi ti annoiano. Ammetto che questa è una delle volte in cui avrei voluto entrare nel romanzo e prendere a schiaffi Jared. Ma per sua fortuna non potevo. April si rivela sin da subito una ragazza intraprendente e che non si fa mettere i piedi in testa, cresciuta dalla nonna ha imparato da lei ad ascoltare il suo cuore e mai la testa, il suo sogno è di vivere libera dalle catene della sua famiglia, la cosa che più vuole però è l'amore quello che la sua famiglia non le ha mai dato. Ci sono un sacco di personaggi secondari, molti di loro li abbiamo già incontrati in gioco d'amore, altri li conosciamo ora. Un romanzo pieno di eventi, una storia in cui niente è scontato. Una storia d'amore che vi farà battere il cuore. Come detto sopra io ho un debole per la scrittura di Veronica, ogni sua storia che ho letto mi ha conquistata, e quindi non mi sono fatta scappare l'occasione di leggere anche questo romanzo. Non posso parlare molto della storia in sé perchè il rischio di fare spoiler è molto alto. Quello che vi posso dire è di correre su amazon e fare click perchè la storia merita tantissimo e vi catturerà fin da subito.



mercoledì 18 novembre 2020

[BLOG TOUR] Alice, Dorothy & Wendy Lewis Carroll, Lyman Frank Baum, James Matthew Barrie

 



Cari Lettori, 

Penso che questo Drago non abbia bisogno di presentazioni, perchè conoscete tutti le sue protagoniste. Per chi ancora non le conosce bene oggi ve le presento.....




TITOLO: Alice, Dorothy & Wendy

AUTORE: Lewis Carroll, Lyman Frank Baum, James Matthew Barrie

EDITO: OSCAR MONDADORI

PAGINE: 540 pagine

EBOOK: 12,99

CARTACEO: 25,00

USCITA: 17/11/2020





Alice e le sue avventure nel favoloso Paese delle Meraviglie, di là e di qua dallo specchio. Wendy, l'amica di Peter Pan che per molti lettori è la vera eroina dei romanzi con il bambino che non vuole crescere. Infine Dorothy, la piccola protagonista portata da un tornado nel fantastico mondo di Oz. Tre ragazzine curiose e audaci, al centro di tre grandi classici che, ciascuno a suo modo, hanno saputo celare sotto le spoglie del racconto di fantasia messaggi e metafore della vita. Questo libro è l'occasione per rileggere i tre romanzi - "Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie", "Peter Pan" e "Il Mago di Oz" -, cogliendone la grande modernità.


LE NOSTRE PROTAGONISTE


Alice è il personaggio immaginario protagonista del romanzo Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie e del suo seguito Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò, entrambi scritti da Lewis Carroll. Il personaggio rappresenta la tipica bambina inglese dell'età vittoriana. La storia venne scritta su richiesta di una bambina di dieci anni, Alice Liddell, figlia di amici di famiglia dell'autore. Il personaggio ne prende il nome mentre, come affermato dallo stesso autore, non era basato su alcun bambino realmente esistito ma era interamente inventato.

Alice è rappresentata come una ragazzina curiosamente logica, a volte addirittura pedante. Alice è spesso rappresentata con un vestitino blu pallido che le arriva al ginocchio, sopra al quale indossa un grembiulino bianco, anche se alle origini il suo vestito era giallo, come possiamo constatare in The Nursery Alice, la prima versione a colori di Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie.

Nelle illustrazioni di Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò, Alice tiene i capelli raccolti in un vistoso fiocco, e proprio in onore di Alice, in inglese, specialmente in Gran Bretagna, spesso questo genere di fiocchi per capelli è definito come Alice band.

John Tenniel disegnò Alice in due varianti: in Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò il suo grembiule è più arruffato e la bambina indossa calze a righe, dettaglio che si conserva nell'immaginario collettivo e nell'arte contemporanea.

Poiché la prima illustrazione di Alice era in bianco e nero, i suoi colori variavano da artista ad artista: l'immagine comune di Alice è quella descritta da Tenniel, ovvero con un vestito blu, un grembiule bianco bordato in rosso e i capelli biondi. È infatti così che numerose successive opere, tra cui quella della Disney, rappresentano il suo personaggio.



Dorothy è una ragazzina che vive, insieme alla zia Emma e allo zio Henry, nella selvaggia terra del Kansas. La piccola ravviva la vita dei due anziani zii, che l'hanno adottata dopo la morte dei genitori, e passa le giornate giocando con il suo cagnolino Toto nella landa desolata del Kansas. Un giorno però tutto viene stravolto per l'arrivo di un terribile ciclone che devasta la campagna circostante. Emma ed Henry riescono a nascondersi nel seminterrato ma Dorothy, alla ricerca del piccolo Toto, non può seguirli ed è quindi costretta a rimanere dentro casa. La fattoria finisce dritto nell'occhio del ciclone e viene trascinata via in un mondo magico e bizzarro, il mondo di Oz. Non appena la bambina esce dalla propria casa vede venirsi incontro degli strani personaggi in festa e una vecchia dall'abito bianco. È la buona Strega del Nord, chiamata dalla popolazione dei Munchkins per congratularsi con la nuova arrivata poiché questa ha sconfitto la terribile Strega dell'Est. Dorothy non sa cosa dire e si stupisce ancora di più quando, voltandosi, vede che una donna è stata schiacciata dalla sua casa, piombata su quella terra all'improvviso. Questi sono i resti della Strega dell'Est, che aveva schiavizzato il popolo dei Munchkins, ora debitore nei suoi confronti. Dorothy vuole a tutti i costi tornare a casa e riceve il consiglio di partire verso la città di Smeraldo per incontrare il meraviglioso mago di Oz che sicuramente esaudirà il suo desiderio. Prima di partire però la strega del nord le dona le scarpette d'argento appartenute alla defunta strega. Per giungere a destinazione la ragazzina deve soltanto seguire un sentiero formato da mattoni dorati. Durante il tragitto incontra dei simpatici personaggi: uno spaventapasseri in cerca di un cervello, un uomo di latta in cerca di un cuore e un leone codardo in cerca di coraggio, che decidono di seguirla per chiedere al grande mago di concedere loro ciò che desiderano. Dopo diverse disavventure, quali ad esempio lo scontro con i giganteschi Kalidah, i quattro viandanti giungono in un bellissimo campo di papaveri che però, a causa del loro incredibile profumo, costringono coloro che passano a dormire in eterno. L'uomo di latta e lo spaventapasseri riescono a stento a salvare la piccola Dorothy, non riuscendo però a portare con sé il leone codardo che, caduto addormentato, è condannato a dormire in eterno. Grazie però all'aiuto di alcuni topi, debitori nei confronti del boscaiolo di latta, che aveva salvato la loro regina, il leone viene salvato. La piccola compagnia raggiunge così la città di smeraldi. Accolti con tutto rispetto dagli abitanti locali vengono ricevuti, uno alla volta e in giorni diversi, dal mago di Oz. Questi, apparso ai visitatori sotto diverse forme, alla bambina come una gigantesca testa umana, ordina loro di annientare la perfida e crudele Strega dell'Ovest se vogliono ricevere i doni che hanno chiesto. Nella foresta oscura Dorothy e i suoi compagni fronteggiano gli scagnozzi della strega. Con l'arrivo delle scimmie volanti si conclude però la loro resistenza: il leone viene catturato e condannato a divenire il destriero bardato della malvagia strega, lo spaventapasseri spagliato, l'uomo di latta ridotto in un ammasso di ferraglia. Dorothy è costretta invece a ripulire le stanze della perfida strega, decisa a prendere le sue scarpette d'argento e senza dubbio colme di un misterioso potere. La ragazzina però sa come difendersi e, lanciandole contro l'acqua di un secchio, riesce ad annientarla. Libera dalla sua oppressione può liberare i suoi amici e tornare con loro alla città di smeraldo. Scoprono però che il mago non è un vero stregone ma un povero uomo perdutosi dopo un viaggio in mongolfiera. Desideroso di riscattarsi, il grande imbroglione tenta di esaudire comunque i doni. Decide dunque di costruire un nuovo pallone volante per tornate negli Stati Uniti insieme a Dorothy. Quando però tutto è pronto per la partenza, la ragazzina, inseguendo Toto, non riesce a salire sulla mongolfiera che parte, portando via l'ultima speranza di rivedere il Kansas. Grazie alle rivelazioni di un abitante della città di smeraldo, Dorothy decide di recarsi nel Sud, dove vive la strega buona Glinda, che senza dubbio esaudirà il suo desiderio. Questa le rivela però che l'unico oggetto in grado di farla ritornare a casa sono proprio le scarpette d'argento che sin dall'inizio ha tenuto fra i piedi. Felicissima, Dorothy saluta i suoi amici e, insieme a Toto, torna nel Kansas dove può riabbracciare zia Emma e zio Henry.


Wendy Darling è la protagonista del romanzo Peter e Wendy di James Matthew Barrie. Wendy Darling è una ragazzina di 12 anni. È figlia dei signori Mary e George Darling, sorella di John e Michael e fidanzata di Peter Pan. Vive a Londra con la sua famiglia e con il cane “babysitter” Nana. Viene descritta come una bambina dolce, ordinata, precisa e molto matura per la sua età. Sappiamo poco del suo aspetto fisico anche se, solitamente, nelle illustrazioni di alcune edizioni del libro la vediamo come una bambina dai capelli tra il biondo e il castano e gli occhi azzurri o verdi (tale descrizione combacia con quella del film Disney).Ogni sera racconta ai suoi fratelli delle fantastiche storie che, di nascosto, vengono ascoltate da Peter Pan.







venerdì 13 novembre 2020

[Recensione] Lord Loss - Darren Shan (Demonata #1)

 

Salve a tutti! Oggi vi parlo di un libro che ho letto a Settembre e che ha aspettato pazientemente che scrivessi una recensione. 

Purtroppo non ero nelle condizioni di recensirlo in quel periodo, quindi lo faccio ora.


Titolo: Demonata #1 - Lord Loss

Autore: Darren Shan

Genere: Horror per ragazzi

Casa Editrice: Harper Collins UK

N° di pagine: 272

Prezzo: €6.30

Link per l'acquisto: Amazon










The first book in the Demonata, the demonic symphony in ten parts by multi-million-copy bestselling horror writer Darren Shan…

When Grubbs Grady first encounters Lord Loss and his evil minions, he learns three things:
• the world is vicious,
• magic is possible,
• demons are real.

He thinks that he will never again witness such a terrible night of death and darkness.

…He is wrong.





Quando Grady Grubbs torna a casa e trova i suoi familiari torturati e uccisi, non sa cosa pensare. Non sa cosa fare. E quando ammette di essere stato attaccato da creature demoniache, le cose per lui peggiorano. Finisce in un ospedale pischiatrico e, quando viene reputato più sano, va a vivere a casa dello zio Dervish. Lì, Grubbs scoprirà cose terrificanti sulla sua famiglia e sui demoni che lo hanno attaccato.

Se i libri di questo autore che ho letto in passato si concentrano sui Vampiri, questa nuova serie si concentra sui Demoni e sulla malattia della Licantropia.
Proprio come nei libri sui Vampiri, Darren Shan crea il suo universo personale con le proprie caratteristiche e le sue creature, cosa che rendono la storia molto originale.
Quando una persona è affetta da licantropia e diventa un lupomannaro, perde la ragione umana e diventa una bestia assetata di sangue. Chi ha letto i libri precedenti trovarà dei collegamenti con l' "Uomo-Lupo" al Cirque du Freak. 
Mi domando come mai questa assoluta differenza tra Vampiri e Lupimannari (che, comunque, restano le mie creature preferite). Sarebbe interessante leggere qualcosa scritto da Darren Shan in cui, invece, i Licantropi hanno comunque la loro parte umana pur trasformandosi.
Un'altra cosa simile agli altri libri è la presenza degli scacchi: se ai Vampiri piace giocare agli scacchi, in questo libro la capacità di gioco è essenziale e potrebbe essere l'unica ancora di salvezza per il protagonista. Mi chiedo se all'autore piaccia giocare agli scacchi, cosa che io non ho mai fatto...
Pur non sapendo le regole del gioco, la mia scena preferita è stata lo scontro mentale tra Lord Loss e Grubbs mentre giocavano. L'ho trovata piuttosto interessante da diversi punti di vista.

Per quanto riguarda i personaggi, ammetto che ancora non so bene cosa pensare di Grubbs. È un ragazzo abbastanza sveglio e intelligente, e questo lo aiuta, ma a volte è anche troppo frettoloso nelle sue scelte. Insomma, non so se mi piace o meno, ecco. Spero di farmi un'idea più chiara con gli altri nove volumi.
Se lo mettiamo assieme a Bill-E, il suo migliore amico, insieme fanno scemo e più scemo. Bill-E davvero non mi piace e spero che cresca un po', perché è peggio di Steve della serie Cirque du Freak. Sperando che non finisca allo stesso modo!
Invece, mi piace molto Dervish, anche se tiene molte cose nascoste a Grubbs, almeno all'inizio. Coraggioso e intelligente, mi piacerebbe molto sapere cos'è successo nel periodo in cui era nel regno di Lord Loss.
E Lord Loss? Be', è un demone, su questo non ci piove. Si nutre della sofferenza altrui, gioca con le sue vittime, ma ha anche lui le sue debolezze. Alla fine, non mi è sembrato imbattibile come si pensava all'inizio, ma è comunque molto pericoloso e non vedo l'ora di sapere cos'ha in serbo per il povero Grubbs!

Penso che lo stile di scrittura di questa serie sia un po' diverso rispetto alle altre serie che ho letto, più maturo e adatto alla nuova storia.
Per leggere il libro in lingua originale ci vuole un buon livello di inglese ma c'è anche una traduzione in italiano, "Il Signore dei Demoni", che si può trovare in biblioteca o usato.

Nel complesso, sono felice di aver cominciato questa serie e spero di poter leggere presto il secondo, anche se le serie già cominciate mi guardano male dagli scaffali!








giovedì 12 novembre 2020

[Recensione] La verità è che non sei distante abbastanza Chiara Parenti

 


Cari Lettori,

chi mi segue dall'inizio sa che ho un debole per questa autrice, e infatti non mi sono fatta scappare questa occasione di leggere il suo nuovo romanzo ambientato durante il lockdown. Voi avete già letto la verità è che non sei distante abbastanza di Chiara Parenti?



TITOLO: La verità è che non sei distante abbastanza

AUTORE: Chiara Parenti

SERIE: autoconclusivo

GENERE: rosa

EDITO: self

PAGINE: 181

EBOOK: 2,99

CARTACEO: /

LINK D'ACQUISTO: https://amzn.to/3euvQ3E



Un’ipocondriaca costretta in casa con l’ex fidanzato durante una pandemia globale. Riuscirà a sopravvivere al lockdown?
Marzo 2020.
Elena Tonelli è furiosa. L’Italia è in lockdown e lei è rimasta bloccata a Reggio Emilia in un appartamento che odia insieme a Lorenzo, l’ex fidanzato fedifrago che l’ha tradita e dal quale vorrebbe stare a molto più di un metro di distanza.
Pasti separati, letti separati, spesa separata. Le regole della prigionia sono chiare ma, anche così, le battaglie sono all’ordine del giorno. Ipocondriaca nel mezzo di una pandemia globale, Elena trascorre le giornate a disinfettare qualsiasi tipo di superficie, dalle 3564 fughe dei pavimenti di casa alle zampe del cane.
Lorenzo invece è molto più rilassato su questo punto: entra ed esce di casa ogni giorno con disinvoltura, senza mai dire dove vada, cosa che manda Elena fuori di testa. Per fortuna ci sono le amiche Rebecca, Asia e Giulia che, anche se lontane, le fanno sentire la propria vicinanza tra messaggi e videochiamate.
Ma a riempire di colore le giornate grigie di Elena è Alessandro, un affascinante giovane imprenditore che aveva conosciuto qualche mese prima e che sembra intenzionato a volere molto di più che chattare con lei.
Tutto cambia la sera del 18 marzo, quando alla tv passano le immagini dei mezzi dell’esercito che trasportano le bare via da Bergamo: per la prima volta, Elena e Lorenzo si rendono conto della gravità di quello che sta succedendo fuori dal loro appartamento, e allora anche la lite sulla tavoletta del wc rimasta alzata perde di significato.
Inaspettatamente ricominciano a parlare e in casa inizia il cessate il fuoco. Sarà solo una tregua provvisoria o, intrappolati insieme, riusciranno anche a riscoprire quello che li univa prima? E Alessandro cosa farà? Resterà a guardare?
 



Il lockdown ha cambiato le nostre abitudini e i nostri stili di vita, pensate alla povera Elena che è costretta a stare in casa con il suo ex fidanzato Lorenzo che qualche giorno prima della chiusura le ha detto che l'ha tradita. Così quella convivenza forzata inizia nel peggiore dei modi tra liti, urli e insulti. Entrambi costretti in casa, lei ipocondriaca disinfetta ovunque più volte al giorno lui è il tipo che oosi fa in quattro per aiutare i vicini

Ammetto che dopo il lockdown sono usciti molti libri e novelle su questa situazione che ha visto coinvolta tutta l’Italia, e ho sempre evitato quei romanzi perché a mio parere erano nati in poco tempo, però poi qualcosa è cambiato dentro di me, ho scoperto che una delle autrici che più amo del panorama made in Italy ha scritto una storia ambientata proprio durante il lockdown, la trama mi aveva ispirato e complice l’offerta dell’ebook l’ho preso a scatola chiusa. E ancora una volta Chiara Parenti ha colpito. Amo lo stile di questa autrice riesce sempre a conquistarsi un posto nei romanzi che porto nel cuore ogni volta. Scoperta per caso attraverso un inserzione di Facebook e acquistato a occhi chiusi la voce nascosta delle pietre, da quel momento non ho potuto evitare di seguire con attenzione le sue pubblicazioni. La storia di questi due è esilarante ma anche molto profonda, attraverso le vicende di Elena e Lorenzo l’autrice ci fa riflettere e porre la domanda cosa posso fare per migliorarmi, perché notare i difetti degli altri ci riesce benissimo ma farci un esame di coscienza e guardare dentro di noi in profondità è difficile, soprattutto se alla base siamo pieni di insicurezze. Ci sarebbero mille cose da raccontare del romanzo, ma non voglio farlo perché dovrete leggerlo e capire da voi cosa mi ha spinto ad amate questa coppia nonostante i loro mille problemi. Perché nei momenti felici è tutto una favola ma appena compaiono i primi problemi ecco che svanisce il sogno e si piomba all’improvviso nella vita di tutti i giorni. Dove ci si vede mancare le attenzioni del proprio partner e a nostra volta facciamo lo stesso, ci allontaniamo sempre di più senza prenderci del tempo per sederci e parlare e provare a risolvere i problemi. È questo che scopriranno i nostri protagonisti, aiutati dalla voce dei nonni del palazzo e nonna Mapi che attraverso i loro racconti delle loro vite coniugali faranno vedere a Elena e Lorenzo la loro storia da un altro punto di vista e forse l’occasione per migliorare prima loro stessi e capire dove si è sbagliato e poi il loro rapporto è forze trovare il coraggio per compiere un scelta definitiva, ricominciare da zero oppure a fine lockdown ognuno per la propria vita? Se non avete già letto la storia vi consiglio di acquistare immediatamente la vostra copia. Un romanzo leggero e divertente ma anche molto profondo che si legge velocemente perché non ti accorgi delle pagine che volano via riga dopo riga.  






mercoledì 11 novembre 2020

[Recensione] Immergersi (Water's Edge #2) Stacy Kestwick

 



Cari lettori, 

oggi torniamo da Stacie e West per scoprire cosa è successo e cosa accadrà in questo secondo capitolo della Water's Edge series di Stacy Kestiwick, edito Hope Edizioni.




TITOLO: Immergersi

AUTORE: Stacy Kestwick

SERIE: Water’s Edge

GENERE: New adult, contemporary romance

EDITO: Hope Edizioni

PAGINE: 259

EBOOK: 2,99

CARTACEO: 12,90

LINK D'ACQUISTO: https://amzn.to/3evqy8n





La speranza era la sua debolezza.
Se Sadie Mullins non avesse ricominciato a credere nell'amore – concedendosi il lusso di innamorarsi – non avrebbe il cuore spezzato e non rimpiangerebbe di aver conosciuto West Montgomery.
Quel bastardo impertinente avrebbe dovuto ignorarla e farsi dimenticare, lasciandola proseguire con la sua vita.
Fine della storia.
E invece non è andata così.
Maledetta speranza!
 



La più grande paura di Sadie sembra essersi avverata, proprio ora che aveva compreso di essere innamorata di West ecco che il suo sogno si frantuma davanti ai suoi occhi. Fortunatamente il viaggio di lavoro capita nel momento giusto e forse riuscirà a dimenticarsi di lui. Ma West è lì con lei anche se non di persona, lo è attraverso gli aereoplanini di carta che gli manda tutte le mattine. Però ecco che il passato torna e Sadie scopre attraverso la sua migliore amica che alcuni video intimi di lei e il suo ex fidanzato sono stati pubblicati online senza il suo consenso. La paura e la voglia di vendetta si agitano sotto la superfice delle sue emozioni, ma in questa battaglia può contare su più alleati.

Ora che tutto sembra andare per il meglio, ecco che torna la paura, quella di aver perso il lavoro e di aver perso l'uomo che ama.

Ma West ha capito che Sadie è l'unica donna che potrà mai amare e che non vuole lasciar scappare ancora.

Riusciranno a far pace con i loro sentimenti e eliminare ogni dubbio?

Rispetto al primo volume della serie, ho trovato immergersi molto più coinvolgente, tant'è che ho impiegato poco tempo a finirlo. Diciamo che rispetto al primo qui ci sono molti eventi e alcuni capitoli raccontati dal punto di vista di West che ci fanno avere un pochino più di chiarezza riguardo gli avvenimenti che sono accaduti anche nel primo volume. Lo stile dell'autrice si conferma anche qui molto scorrevole, lo dimostrano le scene dei litigi, personalmente odio leggere libri dove i protagonisti non fanno altro che litigare, riavvicinarsi per poi litigare nuovamente, ma qui l'autrice non mi ha fatto pensare neanche mezza volta “che stress ancora la stessa storia”, sarà che ero ormai entrata in empatia con i personaggi e mi ero affezionata quindi anche se ci fossero stati buchi nella trama non me ne sarei mai accorta. Leggere questi volumi mi ha incuriosita moltissimo riguardo a Rue e Grady che non vedo l'ora di leggere la loro storia. Lo stile della Kestwick è incredibile, è sicuramente una delle autrici che terrò d'occhio in futuro. Se ancora non avete letto la storia di West e Sadie correte subito ai ripari perché grazie a loro ho ripreso in mano il kindle e mi è tornata la voglia di leggere e perdermi tra le pagine di un romanzo. Per questo il mio voto è pienamente positivo perché la storia mi ha regalato mille emozioni e mi ha fatto sognare. 




martedì 10 novembre 2020

[Review Party] A caccia del Diavolo - Kerri Maniscalco (Stalking Jack the Ripper #4)

 



Salve a tutti! Oggi vi parlo del quarto e ultimo volume nella serie di Kerri Maniscalco che comincia con "Sulle tracce di Jack lo Squartatore". Ho già recensito i primi tre: Sulle tracce di Jack lo Squartatore, Alla ricerca del principe Dracula, In fuga da Houdini.

Voi li avete letti? Cosa ne avete pensato?


Titolo: A caccia del Diavolo

Autore: Kerri Maniscalco

Editore: Mondadori

Genere: Storico, Avventura

N° di Pagine: 480

Prezzo: €20

Link per l'acquisto: Amazon






Audrey Rose Wadsworth e Thomas Cresswell sono giunti in America, una terra audace, sfrontata, brulicante di vita. Ma, proprio come la loro Londra adorata, anche la città di Chicago nasconde oscuri segreti. Quando i due si recano alla spettacolare Esposizione internazionale, scoprono una verità sconcertante: l'evento epocale è minacciato da denunce di persone scomparse e omicidi irrisolti. Audrey Rose e Thomas iniziano a indagare, per trovarsi faccia a faccia con un assassino come non ne hanno mai incontrati prima. Scoprire chi sia è una cosa, ben altra faccenda è catturarlo, soprattutto all'interno del famigerato Castello degli Orrori che ha costruito lui stesso, un covo di torture labirintico e terrificante. Riuscirà Audrey Rose, insieme al suo grande amore, a porre la parola "fine" anche a questo caso? O soccomberà, preda del più subdolo avversario che abbia mai incontrato?




Audrey Rose e Thomas sono in America, per precisione a New York. Quello che potrebbe essere un imitatore di Jack lo Squartatore, o lo stesso assassino, è probabilmente arrivato lì con loro. Le loro indagini li porteranno a Chicago, dove tutti sono ammaliati dall'Esposizione internazionale e dalle sue bellezze... E dove si aggira un efferato serial killer che passerà alla storia come il "White City Devil". Riusciranno i nostri due eroi a combattere contro questo nemico pressoché sconosciuto? E che dire di coloro che vogliono mettere i bastoni fra le ruote al loro amore?

Questo quarto volume è assolutamente il migliore della serie. Non solo per la storia intricata che la Maniscalco ha messo su, ma anche perché alcune scene sono riuscite a muovermi alle lacrime, dopo mesi in cui non leggevo né provavo nulla.
Ovviamente, come nei libri precedenti, la Maniscalco si è presa delle libertà storiche per creare la sua storia, ma il tutto sembra abbastanza reale.

Per quanto riguarda le scene del libro, non voglio fare spoiler ma la mia preferita è stata sicuramente quella in cui la Maniscalco descrive il covo del Diavolo. Macabro e allo stesso tempo attraente, sicuramente con un po' di immaginazione, mi ha convinta a cercare ulteriori informazioni sul vero White City Devil. Spero di poter leggere presto a riguardo.
L'altra scena che mi ha sorpresa molto e che mi ha fatta imbestialire è davvero uno spoiler, quindi tengo la bocca cucita; però, dannazione...
Per quanto riguarda l'identità dell'assassino... Insomma, c'è una scena piuttosto ovvia, ma in realtà non si scopre subito la sua identità, tanto che il sospetto cade su altri personaggi. Almeno per quanto mi riguarda.

E i personaggi? Mi sono chiesta se, rispetto al primo volume, Audrey Rose e Thomas siano cresciuti. E la risposta è sì, molto, anche se entrambi rischiano di perdersi nel dolore e nella disperazione.
Thomas non è più l'automa senza sentimenti che abbiamo incontrato nello studio di Jonathan, si è messo a nudo per Audrey Rose. E lei, a sua volta, ha dovuto combattere i suoi demoni personali, il senso di colpa, la paura, la morte che la circonda da sempre. 
Sono cresciuti insieme e, devo ammetterlo, ho trovato piuttosto piacevole seguire le loro avventure. Dovrei leggere più storie di questo tipo.
In questo volume ritroviamo anche personaggi già noti, come Noah e Mefistofele. 
Su Noah in realtà non c'è niente da dire, non è esattamente un personaggio che rimane impresso a meno che non sia uno dei sospettati, come quando Thomas e Audrey Rose studiavano in Romania.
Il caro Mefistofele, invece... È un personaggio così particolare che è impossibile non notarlo e, sinceramente, in questo ultimo volume l'ho apprezzato molto. Le sue conoscenze e il suo carattere lo rendono un personaggio attraente e anche molto utile.
Se dovessi dire di aver odiato un personaggio direi la zia di Audrey Rose. È insopportabile! E, be', ovviamente anche il Diavolo, anche se lui è un personaggio molto più affascinante...

Nel complesso, mi sono resa conto di essermi attaccata molto a Thomas e Audrey Rose ed è un peccato che la storia finisca qui.

Lo stile dell'autrice mi è piaciuto particolarmente in questo volume, soprattutto certe descrizioni, e spero di poter leggere presto altro di suo.










[Recensione] Annegare (Water’s Edge #1) Stacy Kestwick

 




Cari lettori,

oggi vi parlo del primo volume di una trilogia i cui primi due romanzi sono collegati, avete già letto Annegare di Stacy Kestwick? No?? Allora venite a conoscere West e Sadie...



TITOLO: Annegare

AUTORE: Stacy Kestwick

SERIE: Water’s Edge

GENERE: New adult, contemporary romance

EDITO: Hope Edizioni

PAGINE: 306

EBOOK: 2,99

CARTACEO: 12,90

LINK D'ACQUISTO: https://amzn.to/3ew6HWu



Le ciambelle erano la sua debolezza.
Se Sadie Mullins non fosse andata a correre in spiaggia – per bruciare le calorie dovute alla sua dipendenza da ciambelle – non avrebbe notato quell’uomo, immobile nell’acqua, e non si sarebbe tuffata per aiutarlo.
West Montgomery avrebbe dovuto esserle grato e ringraziarla.
Fine della storia.
E invece non è andata così.
Maledette ciambelle!




Sadie vuole lasciarsi il passato alle spalle, dopo aver scoperto che l’uomo con cui aveva in mente di sposare non era la persona che aveva conosciuto e di cui si era innamorata. Così fa i bagagli e si rifugia a Reynolds island. È decisa a concentrarsi solo su se stessa e lasciare fuori dalla sua vita gli uomini. Fino a quando decide di andare a correre in spiaggia per bruciare le calorie assunte mangiando deliziose ciambelle, non nota un ragazzo galleggiare in acqua. Convinta che stesse annegando nonostante la sua paura per l’acqua si tuffa e cerca di salvarlo. E da quel momento iniziano i problemi. Con il passare dei giorni e dei mesi Sadie e West si avvicinano sempre di più, tra loro non è solo sesso, ma sta nascendo un sentimento profondo che loro ignorano e che li spaventa. Ma ogni cosa bella è destinata a finire proprio quando tutto sembrava andare per il meglio ecco che Aubrey entra in gioco pronta a diventare il loro peggior incubo.

Avevo iniziato questo romanzo prima della sua uscita in digitale. Ma poi non mi aveva convinta più di tanto e l’ho messo in standby, poi qualche giorno fa ho riaperto il kindle e mi sono rituffata tra le pagine fino a quando non sono arrivata alla fine. Lo stile dell’autrice è semplice, la storia è molto interessante e ricca di avvenimenti. Come molti romanzi rosa abbiamo anche qui l’antagonista che cercherà di rovinare il rapporto tra i due. I personaggi sono ben descritti e catturano l’interesse del lettore con le loro storie. Mi sono immersa nella lettura al punto da arrabbiarmi con le scelte dei protagonisti. Quello che mi ha portata a non dargli il voto massimo è stata la mancanza nella storia del punto di vista maschile, insomma avrei voluto anche capire cosa stava succedendo non solo dal punto di vista di Sadie ma anche da quello di West. Se dobbiamo analizzare i personaggi trovo che l’autrice abbia scelto di dare ai suoi personaggi dei caratteri forti. Ho apprezzato molto il fatto che Sadie non si sia fatta abbattere dalle sue insicurezze ma che si sia fidata del ragazzo che piano piano si è fatto strada nel suo cuore. West è il classico ragazzo allergico alle relazioni, ma tutto comincia a cambiare con l’arrivo di Sadie, neanche lui si aspettava di ritrovarsi così preso da lei, e di certo non immaginava tutti gli imprevisti che si sono abbattuti su di loro. La scrittura semplice rende questo romanzo scorrevole e interessante. Sono curiosa di scoprire cosa accadrà nel secondo volume della serie e scoprire altro su questi due personaggi e i loro amici. Un romanzo che a mio parere merita moltissimo di essere letto.  








Iscriviti a Kindle Unlimited