venerdì 13 dicembre 2019

[Review Tour] La giara delle imperfezioni Erika Vanzin




Cari Lettori,

oggi vi parlo del nuovo romanzo di Erika Vanzin, intitolato La Giara delle imperfezioni! Venite a conoscere Daisy e Scott...


Titolo: La giara delle imperfezioni

Autore: Erika Vanzin

Editore: self-published

Genere: New Adult Romance

Pagine: 364

Prezzo ebook: in prevendita 0,99€, dal giorno del lancio 2,99€


Prezzo cartaceo: 10,61€

Data d'uscita: 29 novembre 2019











Daisy è cresciuta in un paesino del sud degli Stati Uniti, ha una storia famigliare alle spalle che le ha reso la vita difficile. Le è sempre stato detto di essere imperfetta, inadeguata, una che non riuscirà mai a fare niente nella vita, e lei ha cominciato a crederci.
Scott è cresciuto nei salotti ricchi dell’Upper East Side di Manhattan. Un’intelligenza fuori dal comune, l’ha portato fin da piccolo a essere considerato perfetto, costringendolo a bruciare diverse tappe e crescere in fretta.
Daisy è imperfetta, Scott è perfetto, non hanno niente in comune se non il fatto di ritrovarsi, a un certo punto della loro vita, a condividere l’ansa di un fiume in un paese sperduto nel sud degli Stati Uniti. Perfezione e imperfezione si incontrano facendo diventare sempre meno evidente quella linea sottile che rende le loro esistenze profondamente diverse.
“La Giara delle Imperfezioni” racconta la storia di due anime malinconiche che si incontrano e si fondono andando a mescolare le loro differenze fino a non distinguerle più. È una storia che parla ribellione verso quelle etichette che vengono attribuite alle persone, facendole diventare ciò che la società ha deciso al posto loro.






Oggi vi parlo del nuovo romanzo di Erika Vanzin, la giara delle imperfezioni, la storia ci parla di Daisy e Josh migliori amici dalle elementari, che per loro sfortuna sono nati e cresciuti in un piccolo paesino dell’Alabama, e cercano di sopravvivere.


Ma partiamo dall’inizio. Daisy ha vent’anni circa e lavora nello stesso posto in cui lavorava sua madre. La sua non è stata una vita facile, cresciuta da una mamma single che non le ha mai fatto mancare l’amore e che con lei ha scoperto la passione per la sartoria. Il suo difetto secondo i suoi compaesani? Quello di essere nata da una madre, sola che è rimasta incinta a diciotto anni, quando sua madre muore in un incidente stradale, assieme a sua cugina va a vivere dalla zia. L’unica persona dalla sua parte è lo zio, ma anche lui convive purtroppo con il dolore e il senso di colpa dall’incidente che gli ha portato via la figlia Mary.

Josh è un ragazzo di colore, dolce, gentile e sempre disponibile con tutti. Il suo difetto è essere gay. Per quelli come lui (lasciatemi passare il termine) in quel paesino non c’è via di scampo. Spesso è vittima di aggressioni fa parte di cinque ragazzi del posto, ma nessuno può fare nulla, perché sono tutti bravi ragazzi, tra i quali a capo della banda c’è proprio il figlio dello sceriffo.


Le loro vite proseguono cercando di restare nell’anonimato più assoluto. Poi la comunità viene sconvolta dall’arrivo del nuovo professore del liceo. Un ragazzo bello, tatuato e che viaggia su una moto, subito da vita a diversi pettegolezzi sul suo conto.

Tra lui e Daisy c’è subito attrazione. Lei ha paura a lasciarsi andare, per non dare addito ad altri pettegolezzi e magari mettere nei guai Scott.

" In un certo senso mi ricorda me stesso, la mia voglia di passare inosservato dopo una vita intera sotto i riflettori a causa della mia famiglia e della mia intelligenza. Anch’io, come lei, a volte avrei voluto sparire."


Ma la passione ha la meglio e i due si avvicinano sempre più. Lui viene da New York, la città che è sempre nei sogni di Daisy e di Josh, che fin da bambini sognano di andarsene da lì e scappare in quella città così magica. Ma di sogni non si campa e i due lo sanno benissimo, perciò lei vive attraverso i racconti di Scott la magia di New York.

" Per quanto continui a ripetermi che quello che c’è tra di noi ha stampato sopra una data di scadenza, non riesco a fare a meno di emozionarmi quando sono con lui; le famose farfalle nello stomaco, quelle a cui non credevo perché non le ho mai provate con nessuno, hanno cominciato a presentarsi sempre più spesso, sia quando sono con lui che quando mi ritrovo a ripercorrere i momenti passati assieme."


Scott non si fa intimidire dai pettegolezzi, sa bene cosa siano. Per lui non è un problema che Josh sia gay, arriva addirittura a difenderlo durante un aggressione, cosa che poi ripagherà in seguito.

 "Tu hai questa percezione di te come di una ragazza imperfetta, debole, che ha bisogno di essere corretta per fare la cosa giusta. Ma sei l’esatto opposto e non lo vedi."


Quando la verità viene fuori Scott e Daisy si lasciano anche se non avevano mai messo un etichetta alla loro relazione.

" Daisy non è una ragazza con cui ti diverti per un periodo e poi lasci; è una di quelle persone per cui vale la pena abbandonare il percorso che ti sei costruito per intraprenderne uno nuovo accanto a lei."


Cosa accadrà poi?


Ho già letto altro di questa autrice, e questo suo romanzo mi aveva incuriosito di dalla trama, e aspettavo di mettermi in palio con le letture per poterlo iniziare. È stato amore fin dalla prima parola, perché Daisy potrebbe essere ognuna di noi. Vi starete domandando cosa sia questa giara delle imperfezioni, ve lo spiego, la giara non è altro che un barattolo di vetro, in cui la nostra protagonista aggiunge al suo interno dei foglietti di carta con su scritto le sue imperfezioni che le persone intorno a lei le fanno notare. Purtroppo la loro storia non è facile, anzi tutt’altro. Vittime di pregiudizi per colpe non loro, perché non si possono scegliere i genitori, e non si può scegliere chi amare. Un romanzo intenso e che molti adolescenti dovrebbero leggere per capire che le parole avvolte anzi spesso fanno più male di uno schiaffo. Che essere diversi non è un male, anzi si può sempre imparare dagli altri. Mi ritorna alla mente una vecchia canzone dello zecchino d’oro intitolato amico nemico, dove dice “Ma che ti importa del colore, del passaporto che lui ha, e se non sai che Dio prega dimmi un po’ che differenza farà, un nemico è un amico lui sei te”. Quindi dobbiamo insegnare alle nuove generazioni che l’odio non porta da nessuna parte, se non ad altro odio. Insieme possiamo cambiare il mondo, senza bisogno di guerre inutili. Anche nell’era odierna con l’uso dei social l’odio e ancora più ampliato, ci sono i famosi leoni da tastiera. Quindi prendere spunto da questa storia e pensate attentamente alla realtà che vi circonda e cercate di imparare dai vostri errori e non ripeteteli. La giara delle imperfezioni è un romanzo bello da togliere il fiato. Sono proprio curiosa di conoscere da Erika come è nata la storia cosa l’abbia ispirata. Correte ad acquistarlo e a leggerlo!!




                                                               Acquistalo qui:


 
                                                                      


Nessun commento:

Posta un commento

Iscriviti a Kindle Unlimited