giovedì 8 febbraio 2018

[Segnalazione] Se ami i fantasy non farti sfuggire le nuove uscite della collana Starlight


Care Lovers,

per le amanti del genere fantasy vi segnalo la nuova collana dedicata a questo genere ovvero la Collana Starlight, qui di sotto vi presento le loro ultime novità!



La Starlight è una collana del marchio editoriale PubGold (casa editrice della Pubme) che pubblica racconti e romanzi fantasy. Nata a ottobre 2017, si occupa di valutazione, correzione di manoscritti e promozione con l’autore. Potete vedere un video di presentazione della collana al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=Dr8Q4a5UaWc o seguirla sui siti: http://starlight.pubme.me/ ; https://autoricollanastarlight.wordpress.com/
La collana ha esordito con due racconti lunghi che sono stati scelti tra tutti i racconti inviati dagli autori a novembre. La richiesta era di restare tra gli 80.000 e i 95.000 caratteri e, come spiega la direttrice editoriale Jessica Maccario, questi due sono stati scelti per la capacità delle autrici di presentare, in una cinquantina di pagine, due storie con dei personaggi interessanti e delle scelte che si rivelano inaspettate.
Le autrici che hanno inaugurato la collana sono state Silvia Castellano e Alessandra Leonardi.
Vi segnaliamo che gli ebook sono in offerta a 0,99 cs fino al 5 febbraio su tutti gli store online e che alla promozione è stato abbinato un giveaway.
Tutti coloro che commenteranno il seguente post (https://www.facebook.com/collanastarlight/photos/a.163301800922320.1073741828.163263254259508/189732621612571/?type=3&theater&notif_t=feedback_reaction_generic&notif_id=1516959039244344) con la foto di uno dei due ebook (o di entrambi), parteciperanno all’estrazione finale di un buono da 5 euro. A ogni foto verrà assegnato un numero.
Al superamento dei trenta partecipanti, il buono in palio sarà di 10 euro.
C’è tempo fino al 3 febbraio per partecipare. L’estrazione avverrà il 4 sulla pagina facebook: https://www.facebook.com/collanastarlight/

E ora vi presentiamo in breve le due storie:








Titolo: La fine del Tempo, la fine del Mondo

Autore: Alessandra Leonardi

Genere: Fantasy classico

Pagine: racconto circa 50 pagine

Edito: Starlight 

Ebook: 1.49

Link: http://amzn.eu/gdBXv4R













Tutti sapevano che in quel periodo i Sapienti del Santuario del Ki giravano per i villaggi alla ricerca di bambini “speciali”, ma Taitun era distante dalle loro solite rotte.
Invece quel giorno arrivarono.”
Inizia così la nuova vita di Aleysha, prelevata da casa ad appena dieci anni e costretta a vivere nel Santuario insieme ad altri bambini come lei.
Aleysha ha un dono speciale e, proprio per l’energia che possiede e le abilità che apprende durante l’addestramento, si trova suo malgrado coinvolta in un progetto molto ambizioso: salvare il Mondo dalla distruzione.
Eppure, quello che desidera davvero la ragazza è di essere libera. Libera di tornare dalla mamma, di innamorarsi e seguire la strada che più preferisce. Libera di fare la sua scelta al di là di ogni obbligo. E l’incontro con Krynon la getta ancora di più nella confusione. Chi è quel ragazzo misterioso che l’aspetta nel bosco ogni giorno sempre alla stessa ora? Cosa le nasconde?
Combattuta tra scelte difficili e segreti da scoprire, Aleysha deve decidere se seguire il suo cuore o portare avanti il compito che le spetta. Il passo per liberarsi dalle catene è breve, ma ogni scelta ha le sue conseguenze… a volte imprevedibili.


ESTRATTO:

«La tua naturale abilità nell’usare il ki fa di te una gemma rara: resterai con noi al Santuario, poiché un attacco al nostro Mondo è imminente. Anche Pharna, Melio, Tonji e Wito dovranno restare e continuare l’addestramento, mentre Cofi e Pylo possono andare.» Così disse Marfon, il Grande Sapiente, nel giorno della Festa del Sole. I due che erano stati scartati erano dispiaciuti, mentre io ero affranta per il motivo opposto: il mio più grande desiderio era tornare da mia madre, mi mancava moltissimo. A essere sincera, avrei voluto essere al posto loro. Secondo Marfon non avrei potuto lasciare la zona del Santuario, ovvero la montagna e la valle sottostante, mai più: ero troppo preziosa, chiunque avrebbe potuto rapirmi, o peggio, uccidermi. Fino all’ultimo avevo sperato di poter fare ritorno a casa, ma dentro di me sapevo che non sarebbe mai avvenuto; quelle parole che mi toglievano in modo definitivo ogni illusione risuonarono nella mia testa per molte notti.




Titolo: “Die Party”

Autrice: Silvia Castellano

Editore: PubGold (collana Starlight)

Genere: Urban fantasy

Pagine: Racconto di circa 60 pagine

Link d'acquisto: http://amzn.eu/0vqvkNn

Ebook: 1.49










Sei pronto per la festa più pericolosa dell’anno?”
Tutti conoscono il “Die Party”, la festa più apprezzata dell’anno. Molti si stanno organizzando per andarci, ma a Lyla non interessa trascorrere la vigilia di Natale in un posto in cui ci sarà tutta la scuola. Con un nome così non le sembra nulla di originale e ha già i suoi problemi con Alex, alias Mister Arroganza, colui che sarebbe in grado di spezzarle il cuore in pochi attimi. Ma Jan, il suo migliore amico, sa essere molto persuasivo e Lyla si ritrova suo malgrado a varcare la soglia del locale.
Quella che si preannunciava come una normale festa tra ragazzi, diventerà a poco a poco il party più pericoloso dell’anno.
Un segreto si annida tra quelle pareti, ma le carte non sono ancora state svelate...

E tu, aprirai quella porta?

ESTRATTO

«Ehi, ti va di ballare?» mi chiese un ragazzo con un sorriso lascivo.
Guardandolo meglio, mi accorsi che era il tizio che fuori dal locale mi aveva osservata in modo insistente.
Nella mia testa cominciò a suonare un campanello d’allarme.
«No, grazie» lo liquidai, sperando che una mia risposta negativa fosse abbastanza per mandarlo via.
«Sei tutta sola, non vuoi compagnia?» chiese ancora, stavolta allungando una mano verso il mio fianco.
Mi scostai e gli lanciai un’occhiata di fuoco. «No, grazie!» ripetei scandendo le parole.
«Avanti, non fare la difficile, sarà divertente.» Mi afferrò per il braccio con forza e mi attirò a sé. «Poi magari dopo potremmo passare il tempo in un altro modo...»
«Sei sordo? Ho detto di no» urlai strattonando il braccio per liberarmi.
Il ragazzo scoppiò a ridere. «Sei una gattina selvaggia, eh?»
Gattina a me?
A quel punto sentii la rabbia montarmi dentro. Se non mi voleva lasciare in pace, l’avrei rimesso al suo posto a modo mio.