Book Lover Intervista a Sylvia Kant



Care Lovers,

Come preannunciato l'intervista di questa settimana è a Sylvia Kant, autrice dei best seller come Prova ad Amarmi e Prova ad amarmi ancora.

Qui di seguito trovate il link di acquisto per amazon.

1. Prova ad amarmi
2. Prova ad amarmi ancora

Venite a scoprire cosa ci ha rivelato......

 INTERVISTA

 
Cosa ti ha spinto a decidere di iniziare a scrivere un romanzo?
Davvero non saprei. Il momento in cui ho iniziato a scrivere storie si perde nella notte dei tempi. Per quanto riguarda il primo libro sul gigolò Antony, è nato come un semplice racconto, dopo che avevo conosciuto un tipo che realmente organizzava le orge per i ricchi ed ero rimasta folgorata dalla sua totale assenza di scrupoli e moralità. Poi, col tempo, ho sentito la necessità di dare più spazio al personaggio, perché molte cose su di lui non erano state dette. I miei libri nascono così: uno spunto, due righe scritte su un foglio, un tovagliolo, uno scontrino, che poi viene dimenticato in un cassetto, finché il personaggio che lì è stato appena abbozzato, non comincia a strepitare e battere sempre più forte nella mia testa per uscire ;)

 Ti è mai capitato di non essere soddisfatta di un tuo lavoro?  

⚜ Sempre. Sono sempre assolutamente INSODDISFATTA del mio lavoro. Ogni volta che termino un romanzo e lo rileggo, sarei tentata di riscriverlo di nuovo. E, in genere, lo faccio. Sono famosa per le mie centinaia di revisioni del testo che poi, alla fine, non mi soddisfa mai. In linea generale, però, scrivendo solo quello che piace a me, sono sempre appagata;) . Mi spiace molto per le persone che, leggendo i miei libri, invece non lo sono, aspettandosi magari qualcosa di diverso. Scrivere per soddisfare le aspettative altrui può essere molto remunerativo, il problema è che non mi riesce molto bene ;) :D 

Come mai non eri soddisfatta? Cosa non ti piaceva? 


⚜ Come ho già detto, la storia che scrivo, in generale, mi soddisfa sempre, perché è quello che voglio scrivere, quello che mi piacerebbe leggere, perciò da questo punto di vista non ho mai problemi. Però ci sono quei particolari del testo che, rileggendolo a distanza di tempo, balzano agli occhi e ti fanno venire voglia di metterci ancora le mani: ripetizioni, fastidiosi refusi che non avevi notato, frasi che potevano esser espresse meglio, piccolissime contraddizioni nelle azioni di un personaggio, e così via...

Cosa fai quando ti devi concentrare?
⚜ Mi rintano in camera mia, sul letto, col portatile davanti e i tappi nelle orecchie, per colpa di mio marito che, come tutti i mariti, si diletta in hobbies spesso rumorosi... Specie quando non riesce a ottenere la mia attenzione :D 


Hai detto che ascolti della musica, di che genere?
⚜ Davvero di tutto, dalla musica classica al rock. Nelle mie playlist c'è sempre un miscuglio che cerca di seguire le onde delle sensazioni che vorrei trasmettere con la storia che sto scrivendo. 

Come nascono le tue storie?
⚜ Dalle persone che ho conosciuto o conosco, dalle loro storie e da quelle che ho vissuto in prima persona. La realtà è sempre un ottimo trampolino di lancio per la fantasia.
  
  
Come scegli i prestavolto per le tue storie? 
⚜ In genere li scelgono le mie lettrici... E anche molto bene, direi! A volte, però, mi capita di vedere un attore o un modello e associarlo alla storia che sto scrivendo, ma sono solo piccolissimi spunti, perché non amo imbrigliare la fantasia di chi legge.

Quando hai deciso che volevi diventare una scrittrice? I tuoi amici e parenti ti hanno supportata oppure no?
⚜Non credo d'aver mai deciso di diventare una scrittrice perché non mi sento tale neppure adesso, a dir la verità. Mi è sempre piaciuto scrivere, ma in casa non erano molto d'accordo. Pensavano che dovessi sfruttare meglio il mio tempo, studiando materie che mi avrebbero permesso di trovare un lavoro, anziché inseguire sterili fantasie :( . E' stata solo la mia insegnante di italiano e latino al liceo a dirmi: “Quando scriverai il tuo primo romanzo, ricordati di mandarmene una copia”. 

Quali sono i tuoi pregi e difetti come autrice?
⚜  Il mio pregio spero sia quello di scrivere storie che trascinano i lettori in mondi paralleli, il difetto quello di scrivere molto, molto lentamente e di non esser mai soddisfatta delle revisioni.

Ascolti mai il parere dei tuoi personaggi?
⚜ Sempre. Ascolto sempre il parere dei miei personaggi :D

♡ Cosa hai provato quando la newton ti ha contattata? ricordi ancora quel giorno cosa è successo?

⚜ Quando la Newton mi ha contattata, avevo il terrore che mi avrebbero obbligata a modificare il romanzo secondo i canoni romance, invece hanno scommesso su Prova ad amarmi così com'era, dicendomi solo: "Magari cerca di farlo rientrare in tot pagine, che la carta costa"... E così ho solo tagliato parti e personaggi superflui, rispetto la versione self.

 
♡ So che stai scrivendo un romanzo a 4 mani ci puoi anticipare qualcosa?
⚜ Sto scrivendo un romanzo EROTICO con Daniela Volonté. Essendo, per l'appunto, piuttosto hard come al mio solito, probabilmente Daniela pubblicherà sotto pseudonimo. Per le tematiche trattate, immagino che anche questo provocherà la solita levata di scudi... Ma ormai ci sono abituata.

 
Sogno nel cassetto?
⚜  Pubblicare anche i miei romanzi di narrativa, quelli che trattano di tematiche sociali.

 
Ti è mai capitato di sentirti giu' di morale? E cosa fai in queste occasioni?
⚜ Guardo i miei serpenti e poi esco con gli amici. 

 
Quali sono le scrittrici e gli scrittori italiani che preferisci? 
⚜ Ce ne sono tantissimi, ma siccome devo essere sintetica, nominerò solo quelli i cui libri rileggo spesso e volentieri e, quindi: Daniela Volonté, Anna Chillon, Naike Ror, Nina Pennacchi, Amabile Giusti, Elisa Gioia, Adele Vieri Castellano, Virginia De Winter, I.M. Another, Priska Nicoly, Ann Owen, Virginia Dellamore, Chiara Cilli, Fleur Du Mar, A.I. Cudil, Robin C., Miss Black, solo per dirne alcuni ;)



Purtroppo siamo arrivati alla fine di questa splendida intervista. Come ho detto a Sylvia quando l'ho contattata, avevo il timore che non mi concedesse questa opportunità, a causa dei suoi impegni; invece mi ha sorpreso dedicandomi 5 minuti per rispondere alle mie domande, e per rispondere a voi fan in pagina. Devo ammettere che mi avete invaso la pagina di notifiche, e mi avete regalato dei bei sorrisi. Detto questo ringrazio infinitamente Sylvia per questa opportunità! Un bacio a tutti voi.

Alla prossima intervita....





 

 




Post popolari in questo blog

Recensione Tutta d'un fiato

Intervista a Koraline.....

Book Lover Intervista a Marilena Barbagallo